Sebbene il futuro della carica veloce delle automobili sia orientata nell’utilizzo di corrente continua (DC), le colonnine in AC, fino a 22 kW, vengono comunque scelte per paesi e città più piccole, per permettere ai cittadini ricariche durante il parcheggio. La stessa tipologia di colonnine è anche utilizzata spesso nei parcheggi dei supermercati, come servizio accessorio alla clientela, spesso gratuito.

Domande frequenti: si può ricaricare la Citroën AMI presso le colonnine?

Con la tendenza a standardizzare i connettori, per la AC (corrente alternata) si è imposta la spina Type 2, conosciuta anche come Mennekes (dal nome del noto produttore), proprio perchè in grado di gestire con i suoi 7 poli, sia le cariche in monofase, sia in trifase.

Fonte: dmove.it

La ricarica della batteria di Citroën AMI avviene con i classici 2,2 kW di potenza massima attraverso la tipica spina Schuko che si allaccia alla classica presa 220V AC casalinga.

Pertanto per la ricarica della Citroën AMI presso le colonnine di ricarica pubbliche, è richiesto un adattatore Tipo 2 Mennekes – Schuko (femmina).


Il costo dell’adattatore ufficiale è di 299,99€ presso questo store online (Francia). Questo adattatore potrebbe essere non legale in Italia perché non è possibile usare adattatori in pubblico.

Se stai cercando alternative più economiche, leggi qui.

Ricordiamo che questo utilizzo è comunque sconsigliato in quanto si utilizzerebbe solo una frazione dei 22kW messi a disposizione dalla colonnina, che sarebbero invece sfruttabili da altre autovetture.


Meno negligente è usare il connettore SCAME Tipo 3a 3.7kW disponibile su alcune colonnine pubbliche, dedicato per scooter e veicoli leggeri. Anche in questo caso un adattatore è richiesto (articolo in preparazione).

Colonnina di ricarica Enel X – Connettore Type 2

1 commento

  1. Vorrei comprare il cavo per caricare l’ami alla colonnina del supermercato (non ho garage).
    Vorrei se possibile evitare di spendere 300 euro

Rispondi