Alla data del 7 Gennaio 2021, data di disponibile di Citroën in Italia con incentivi, le modalità di noleggio in Italia non sono ancora state ufficializzate.

AGGIORNAMENTO: la modalità di Leasing è ORA DISPONIBILE in Italia. Leggi qui: LEASING – NOLEGGIO

Grazie all’esempio di noleggio a lungo termine con finanziamento descritto dalla pagina ufficiale Citroën (attualmente non più visibile), possiamo dedurre i costi probabili di questa modalità.

TAN (fisso) 4.50%, TAEG 7,89%. Messaggio pubblicitario con finalità promozionale. Esempio di Leasing per clientela privata su Citroën AMI a 7.200€. Prezzo Promo valido solo con sottoscrizione di SIMPLYDRIVE PRIME LEASING, IVA e messa su strada incluse. Primo canone anticipato di 1.990€ (imposta sostitutiva inclusa), 35 canoni mensili da 19,99€ e possibilità di riscatto a 3.142.80€. Nessuna spesa istruttoria. Spese di gestione contratto pari a 7,5€/mese. 

AGGIORNAMENTO: la modalità di Leasing è ORA DISPONIBILE in Italia. Leggi qui: LEASING – NOLEGGIO

ModelloIniziale35 MesiRiscatto
AMI1990€19,99€3142,80€
con rottamaz.1260€19,99€3142,80€
Tabella noleggio a lungo termine Italia, ecobonus incluso.

La rata mensile è costituita da: noleggio mensile + costi di gestione.


Con la conversione in legge del Decreto Rilancio sono diventate operative le nuove misure che ridefiniscono i contributi dell’ecobonus per veicoli nuovi di categoria L a due, tre o quattro ruote, ibridi o elettrici ( L1e, L2e, L3e, L4e, L5e, L6e e L7e.)

Citroën AMI è un quadriciclo leggero di classe L6. Definizione:

Quadricicli leggeri, la cui massa a vuoto è inferiore o pari a 350 kg, esclusa la massa delle batterie per i veicoli elettrici, la cui velocità massima per costruzione è inferiore o uguale a 45 km/h e la cui cilindrata del motore è inferiore o pari a 50 cm³ per i motori ad accensione comandata; o la cui potenza massima netta è inferiore o uguale a 4 kW per gli altri motori, a combustione interna; o la cui potenza nominale continua massima è inferiore o uguale a 4 kW per i motori elettrici. Tali veicoli sono conformi alle prescrizioni tecniche applicabili ai ciclomotori a tre ruote della categoria L2e, salvo altrimenti disposto da specifiche disposizioni comunitarie

Le norme 2021 prevedevano bonus differenti a seconda che ci sia o meno la rottamazione di un mezzo “inquinante”.

  • il bonus senza rottamazione raggiunge il 30% del prezzo di listino (esclusa l’IVA), con un limite massimo di 3.000 euro.
  • il bonus con rottamazione di un veicolo da Euro 0 a Euro 3 (intestato al soggetto che richiede l’ecobonus o a un suo familiare convivente)da almeno 12 mesi) invece raggiunge il 40% del prezzo di listino (esclusa l’IVA), con un limite massimo di 4.000 euro.

Come per gli altri incentivi il valore dell’incentivo (del 30% senza rottamazione e 40% con rottamazione) va calcolato sull’imponibile del prezzo di listino, ottenuto il listino “scontato bisogna poi aggiungere l’importo dell’IVA previsto per il prezzo prima dell’incentivo.

Prima di procedere all’acquisto è consigliabile consultare lo stato del bonus residuo sul sito dedicato del Ministero dello Sviluppo Economico.


Rispondi